Alla domanda di cui sopra ha cercato di rispondere la Corte di Cassazione nello scorso mese di Agosto 2020.

Ed infatti, la Cassazione ha affermato a tal riguardo che (massima non ufficiale):

“Il diritto al mantenimento trova un limite sulla base di un termine, desunto dalla durata ufficiale degli studi e del tempo mediamente occorrente ad un giovane laureato, in una data realtà economica, affinché possa trovare un impiego, salvo che il figlio non provi non solo che non sia stato possibile procurarsi il lavoro ambito per causa a lui non imputabile, ma che neppure un altro lavoro fosse conseguibile, tale da assicurargli l’automanentenimento,”

Perché si dia un senso all’obbligo economico a favore dei figli maggiorenni, detto obbligo si deve correlare alla concreta condotta di impegno nella personale formazione del figlio o, dove terminata, nella ricerca di un impiego.

Ciò, salva la prova di circostanze che giustifichino , al contrario, il permanere di un obbligo di mantenimento. In mancanza, infatti, il figlio maggiorenne non ne ha diritto ed, anzi, può esser ritenuto egli stesso inadempiente verso l’ obbligo di contribuire, in relazione alle proprie capacità, alle proprie sostanze e al proprio reddito al mantenimento della famiglia finché convive con essa.

Con particolare riguardo all’attività di studio, trascorso un lasso di tempo sufficiente dopo il conseguimento di un titolo di studio, non potrà più affermarsi il diritto del figlio ad esser mantenuto.

Ai fini dell’accoglimento della domanda da parte del figlio, è onere di quest’ultimo provare non solo la mancanza di indipendenza economica, ma di aver curato con ogni possibile impegno, la propria preparazione professionale e tecnica e di avere, con pari impegno, operato nella ricerca di un lavoro.

Tale prova sarà tanto più “lieve” , quanto più prossima è la sua età rispetto a quella di un recente maggiorenne; al contrario, la prova del diritto all’assegno di mantenimento sarà più “gravosa”, man mano che l’età del figlio aumenta, sino a configurare “il figlio adulto”.

Contattaci per avere
maggiori informazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.